Luigi Montanarini

Biografia

Firenze 1906 – Roma 1998

Montanarini inizia a dipingere intorno al 1930. Fiorentino, si trasferisce a Roma, dove per oltre 10 anni ha diretto l’Accademia di Belle Arti, che ha formato molti dei grandi pittori contemporanei.

Tra il 1934 e il 1946 frequenta i maggiori esponenti della scena artistica e intellettuale italiana: Pratolini, Cagli, Capogrossi, Afro, Mafai, De Chirico, Morandi, Vangelli, Sironi, De Pisis, Turcato.
Partecipa alla Quadriennale d’Arte di Roma negli anni 1935, 1943, 1956 e alla Biennale internazionale d’arte di Venezia negli anni 1936, 1954, 1958.
Principali esposizioni: nel 1938 a New York nella “The Cometa Gallery”, nel 1952 al “Metropolitan Museum” di Tokyo, a “Palazzo Charlottenburg” di Copenaghen nel 1958, al “Bauzentrum” di Amburgo nel 1967, al “Wallraf Richartz Museum” di Colonia nel 1968, nel 1982 al “Port History Museum” di Philadelphia.

 

Critica

Montanarini è un’autore storicizzato del panorama artistico italiano del ‘900. E’ uno dei padri dell’astrattismo italiano, dopo essere stato esponente di spicco della pittura figurativa e della “Scuola Romana”. La sua ricerca lo porta ad esplorare motivi diversi: negli anni ’60 le Strutture, una fitta trama di pennellate ampie e dense che lasciano il posto ai Ritmi Geometrici. Dal ’70 al ’75 nelle Astrazioni, le forme ritrovano corpo, spessore. Negli anni ’80 l’artista affronta il tema della figura, prima attraverso una serie di Nudi e successivamente con le composizioni floreali.

 

Il Gianicolo per Montanarini

La Galleria il Gianicolo dal 1991 al 2011 ha allestito 5 importanti mostre di Montanarini:

  • nel 1991 mostra antologica
  • nel 2001 mostra con opere degli anni ‘48-‘90
  • nel 2006, c/o il Palazzo Comunale di Latina, la mostra “4 Maestri della pittura contemporanea a Latina: Luca Alinari, Franz Borghese, Luigi Montanarini, Antonio Vangelli
  • nel 2009 mostra con opere degli anni ‘48-‘90
  • nel 2011 la mostra “Contaminazioni” opere di Alinari, Borghese, Montanarini, Vangelli.

Inoltre ha esposto le sue opere in diverse mostre collettive, tra cui:

  • nel 2006, c/o la Rocca Paolina di Perugia, 15 artisti festeggiano i 30 anni di attività del Gianicolo, c/o Rocca Paolina di Perugia;

 

Pubblicazioni Edizioni Il Gianicolo

  • M. Siena, Montanarini, 1991, pagg.38;
  • 4 Maestri della pittura contemporanea a Latina: L. Alinari, F. Borghese, L. Montanarini, A. Vangelli. 2006, pagg.94.

 

Un capitolo è dedicato all’opera di Montanarini nel volume

  • 15 artisti festeggiano i 30 anni di attività del Gianicolo, 2006, pagg.93;

 

Biografia

Firenze 1906 – Roma 1998

Montanarini inizia a dipingere intorno al 1930. Fiorentino, si trasferisce a Roma, dove per oltre 10 anni ha diretto l’Accademia di Belle Arti, che ha formato molti dei grandi pittori contemporanei.

Tra il 1934 e il 1946 frequenta i maggiori esponenti della scena artistica e intellettuale italiana: Pratolini, Cagli, Capogrossi, Afro, Mafai, De Chirico, Morandi, Vangelli, Sironi, De Pisis, Turcato.
Partecipa alla Quadriennale d’Arte di Roma negli anni 1935, 1943, 1956 e alla Biennale internazionale d’arte di Venezia negli anni 1936, 1954, 1958.
Principali esposizioni: nel 1938 a New York nella “The Cometa Gallery”, nel 1952 al “Metropolitan Museum” di Tokyo, a “Palazzo Charlottenburg” di Copenaghen nel 1958, al “Bauzentrum” di Amburgo nel 1967, al “Wallraf Richartz Museum” di Colonia nel 1968, nel 1982 al “Port History Museum” di Philadelphia.

 

Critica

Montanarini è un’autore storicizzato del panorama artistico italiano del ‘900. E’ uno dei padri dell’astrattismo italiano, dopo essere stato esponente di spicco della pittura figurativa e della “Scuola Romana”. La sua ricerca lo porta ad esplorare motivi diversi: negli anni ’60 le Strutture, una fitta trama di pennellate ampie e dense che lasciano il posto ai Ritmi Geometrici. Dal ’70 al ’75 nelle Astrazioni, le forme ritrovano corpo, spessore. Negli anni ’80 l’artista affronta il tema della figura, prima attraverso una serie di Nudi e successivamente con le composizioni floreali.

 

Il Gianicolo per Montanarini

La Galleria il Gianicolo dal 1991 al 2011 ha allestito 5 importanti mostre di Montanarini:

  • nel 1991 mostra antologica
  • nel 2001 mostra con opere degli anni ‘48-‘90
  • nel 2006, c/o il Palazzo Comunale di Latina, la mostra “4 Maestri della pittura contemporanea a Latina: Luca Alinari, Franz Borghese, Luigi Montanarini, Antonio Vangelli
  • nel 2009 mostra con opere degli anni ‘48-‘90
  • nel 2011 la mostra “Contaminazioni” opere di Alinari, Borghese, Montanarini, Vangelli.

Inoltre ha esposto le sue opere in diverse mostre collettive, tra cui:

  • nel 2006, c/o la Rocca Paolina di Perugia, 15 artisti festeggiano i 30 anni di attività del Gianicolo, c/o Rocca Paolina di Perugia;

 

Pubblicazioni Edizioni Il Gianicolo

  • M. Siena, Montanarini, 1991, pagg.38;
  • 4 Maestri della pittura contemporanea a Latina: L. Alinari, F. Borghese, L. Montanarini, A. Vangelli. 2006, pagg.94.

 

Un capitolo è dedicato all’opera di Montanarini nel volume

  • 15 artisti festeggiano i 30 anni di attività del Gianicolo, 2006, pagg.93;

 

Visualizzazione di tutti i 8 risultati

Torna su